129 Authors

A B C D F G H K L M N O P Q R S T U V W Z
EDITORIALE di Fabio Norcini

Mascherine nude

Nude mask

Meno male che adesso non c’è Pirandello… Già, chissà come avrebbe reagito lo scrittore agrigentino alla pandemia; Pirandello alle prese col virus venuto dal pipistrello: un bordello! E soprattutto da chiedersi quanto il Covid avrebbe pesato sul suo teatro, sulla dialettica del personaggio vs attore: maschera sotto la mascherina dove trovare il nulla, il mondo quale immenso palcoscenico che rifletta la finzione del distanziamento sociale. Probabilmente avrebbe scritto Sei personaggi in cerca di untore. E tratto vantaggio dai comportamenti psicòvidci, che marcano il sottile limite tra malattia e salute, mentale o fisica non fa differenza, trasformando il papilloma nel nuovo morbo, consegnandone i dilemmi nell’atto unico L’uomo dal tampone in bocca. Avrebbe certo goduto nel vedere inverati i teoremi che le sue paradossali e grottesche tragicommedie avevano solo adombrato. Forse si sarebbe visto costretto a far recare l’agognato vaccino dai numinosi Giganti della montagna. Ma soprattutto sarebbe stato impagabile vederlo alle prese con il tema fondante della sua scrittura: l’accertamento di cosa sia la normalità, nel momento che, non si sa in quale fase, tutti dovremmo ritornarci: migliori o peggiori, chissà? Piace pensare infine che, prima della chiusura del sipario, nudo alla mèta, avrebbe fatto citare al protagonista le parole di una nota canzone, magari accennandone solo la melodia: “ma l’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale!”. (25 giugno 2020)­

Play circle filled whiteLuca garonzi1
Luca Garonzi

Ora e sempre resistenza

Luca Garonzi, Verona aprile 2020

Play circle filled whiteCover
Filippo Panichi

L'assenza è una sedia

L'assenza è una sedia. Vuota. Oppure che si strappa in coro col mio dolore.

Lo sai che tutto sta per…

Play circle filled white001tonio manasca
Tonio Manasca

Virus di pancia

Nei giorni in cui veniva chiusa la Lombardia è morto mio nonno. Era anziano, aveva 97 anni e posso dire…

Marco Rovelli

Oggi mia madre

Oggi mia madre avrebbe compiuto 78 anni. È il primo dei suoi compleanni in cui non c’è più nulla da…

Play circle filled whiteCover
Stefano Davidson

#PandeLoro

Visto quanto sta girando dietro la Corona, oltre che nel cavallo dei miei pantaloni, ritengo sia necessario stare con le…

A suo modo un antivirus dello spirito, QuarantineDreams può diventare un farmaco anche per le pandemie a venire (il più tardi possibile, si spera) e per quelle indebellabili, che si manifestano nel Dna stesso di ogni paese, ad esempio nella criminalità organizzata. Un antidoto quindi alla furfanteria, che non manca di presentarsi in forme subdole pure in emergenza, che può mettersi in moto proprio nel momento in cui ogni singolo è chiamato a fare il proprio dovere: ripensando così ad un rigore che partendo dall’individuo si imponga per tentare di sanificare le collettività.

Fabio Norcini e Carlo Valentini, Firenze-Viareggio 9 aprile 2020 23:45

As a spiritual anti-virus, QuarantineDreams is a medication for future pandemics; for the incurable virus of organised crime in every country’s DNA, an antidote to their evil infamy that, even in times like these, deviously appears. An anti-virus that kicks in when we do our duty with rigor as individuals, creating a language to try and disinfect our comunities.